MOTORI EURO5 E SCARICO AGGIORNATO, LE NUOVE SCRAMBLER 1200 MY 2021 SARANNO DISPONIBILI DAL PROSSIMO GIUGNO. AD AFFIANCARE LE VERSIONI XC E XE L’ESCLUSIVA STEVE MCQUEEN EDITION

Tra l’Adventure e il Modern Classic. Le Scrambler 1200 firmate Triumph si collocano esattamente tra questi due mondi. Doti da cross-over e stile iconico, è questa la connessione che caratterizza le Scrambler XC e XE; è così dal 2018, anno di debutto delle bicilindriche di Hinckley.

Le nostre 1200 rendono giustizia al termine Scrambler, al suo concept originario“, dicono in Triumph, puntando il dito sulle performance tra asfalto e offroad (anche il fuoristrada più impegnativo al quale è maggiormente votata la versione XE, con sospensioni da 250 mm di escursione e mappa dedicata) e sullo stile che reinterpreta il classico in chiave moderna. Non a caso le 1200, quali ereditiere di una stirpe che ha messo in sella gente come Bud Ekins e Steve McQueen, hanno dato prova di loro stesse nel corso di competizioni come la Mexican 1000 e la Bassella Race… mica chiacchiere.

Come dicevamo, per il 2021 le Scrambler XC e XE si aggiornano e si adattano alle nuove normative anti-inquinamento: il bicilindrico parallelo, lo stesso twin comune alla famiglia Bonneville configurato ad hoc, guadagna l’omologazione Euro5 e lo fa senza perdere nemmeno un pizzico di carattere. Le prestazioni dichiarate restano immutate: 90 cv a 7.250 giri e 110 Nm a 4.500 giri gestiti da un’elettronica evoluta, tra differenti modalità di guida, abs cornering e controllo di trazione; sulla versione XE i riding mode sono addirittura 6, tra le quali spicca la Off-Road Pro.

Le nuove versioni, inoltre, possono contare su un sistema di scarico migliorato che, a detta della Casa, dovrebbe assicurare una migliore dispersione del calore, riducendo così quello che per le Scrambler 1200 è sempre stato il tallone d’Achille, uno scarico “bollente”, l’unica nota stonata di queste cross-over dall’appeal iconico. XC e XE 2021 saranno disponibili nelle concessionarie a partire dal prossimo giugno, rispettivamente a 14.800 euro e 15.800 euro; tre le colorazioni previste, Cobalt Blue con banda Jet Black, Matt Khaki Green con banda Jet Black, oppure Sapphire.

TRIUMPH SCRAMBLER 1200 STEVE MCQUEEN EDITION

Livrea dedicata e dettagli unici per questa limited edition ispirata al celebre attore (e altrettanto celebre motociclista), la Triumph Scrambler 1200 Steve McQueen Edition si basa sulla versione XE e si ispira a quella Triumph TR6 da competizione apparsa nel film “La Grande Fuga”. Correva l’anno 1963. 

Realizzata in collaborazione con la famiglia McQueen, verrà commercializzata globalmente in soli 1.000 esemplari (16.800 euro il prezzo per aggiudicarsene una), ognuno riportante il numero di serie inciso a macchina sul manubrio, accanto all’esclusiva firma di Steve McQueen realizzata al laser. A corredo, per ogni singolo esemplare, un certificato di autenticità riportante il numero identificativo di telaio firmato da Nick Bloor, CEO di Triumph Motorcycles, e da Chad McQueen, figlio del noto attore.

Un’edizione limitata a cominciare dalla livrea che include il serbatoio Competition Green, con incavi per le ginocchia spazzolati, filetti color oro, logo Triumph heritage, tappo in alluminio spazzolato tipo Monza (anche la cinghia è in alluminio e presenta la stessa finitura) e grafica dedicata. Tra gli accessori ex-fabrica invece figurano il parafango anteriore in alluminio fissato in posizione rialzata, come il posteriore proposto nella colorazione Competition Green, le barre paramotore, la griglia addizionale a protezione del radiatore e la sella marrone, con cucitura e logo Triumph. 

Come per le Scrambler XC e XE, anche la Steve McQueen Edition è predisposta per il montaggio dell’accessorio My Triumph connectivity system, che consente la connessione via app con lo smartphone, per la gestione di musica e chiamate e utilizzabile come interfaccia per la navigazione o per gestire la GoPro. 

Ti piace Wheelz?

Supportaci con un caffè!Supportaci con un caffè!