Una special elettrica su base Energica Eva realizzata da deBolex Engineering in occasione della premiere del docufilm “Oil in the Blood”. Il futuro è questo.

1-YEAR THROWBACK

L’ultima customizzazione presentata da deBolex Engineering è una splendida café racer su base Kawasaki ZRX1200R, contraddistinta dall’inconfondibile stile di Calum e Des: linee pulite, eleganza, materiali ricercati, design senza tempo e scelte cromatiche ineccepibili (inappuntabili). Ma noi non vogliamo parlarvi di questa special, o almeno non oggi. Vogliamo parlarvi di una special che ha visto la luce quasi un anno fa, una special che rispecchia tutte le caratteristiche appena elencate e che si distingue dalla massa per un’ulteriore peculiarità: un motore elettrico.

deBolex Engineering Co

Il team deBolex è composto da Calum Pryce-Tidd e Des Francis. Calum ha fondato questa officina spinto dalla passione per le motociclette a lui trasmessa dal padre e dal nonno. In aggiunta al desiderio di creare moto stupende da vedere ed emozionanti da guidare, ciò che lo contraddistingue è un attenzione maniacale per i dettagli. Des è l’artista artigiano, l’esperto di meccanica senza il quale non sarebbe mai nata una special deBolex.

Lo stile di deBolex Engineering si rifà agli anni ’50 e ’60, all’epoca in cui per gareggiare le macchine venivano spogliate delle loro pesanti carrozzerie in acciaio e rivestite con nuove lamiere di alluminio, nettamente più leggere, migliorando ogni aspetto dell’automobile.

Questo progetto è partito dal desiderio di Gareth Maxwell, il regista del film-documentario Oil in the Blood, di far realizzare una special elettrica in occasione della premiere del film. Seguendo lo spirito del suo documentario Gareth ha voluto omaggiare al tempo stesso il mondo della customizzazione, la tradizione e l’innovazione che anticipa il futuro… quale alternativa migliore di una café racer realizzata a mano, dall’aspetto vintage ma dal cuore moderno?

Oil in the Blood

Un progetto durato più di 3 anni. Oil in the Blood è un docufilm sulla scena contemporanea delle moto custom (special). Diretto da Gareth Maxwell Roberts e prodotto da Lucy Selwood. 

Proiettato per la prima volta nel Febbraio 2019, dallo scorso 14 Ottobre è stato rilasciato ufficialmente (sia in versione fisica sia in versione digitale).

Un film che esplora la filosofia intrinseca al mondo del motociclismo. Il desiderio di essere diversi e unici è alla base dell’immaginazione di ogni motociclista. La cultura delle moto customizzate ha conosciuto una rinascita negli ultimi anni e quella che una volta era una sottocultura di nicchia ora ha un’influenza significativa sull’industria motociclistica di tutto il mondo.

La scelta di rivolgersi a deBolex non è stata complicata. Attualmente Calum e Des sono tra i migliori customizers nel panorama europeo, sono dei veri artigiani del metallo e le loro idee non sono mai banali. Gareth, inoltre, aveva già avuto occasione di lavorare con loro in passato, dunque le sue aspettative erano molto alte.

Essenziale è stato trovare un partner per sostenere i costi di questo progetto. TW Steel, brand olandese di orologi, ha accettato con piacere la proposta di Gareth. Anche TW Steel non è un nome nuovo per gli appassionati di café racers, negli ultimi anni, infatti, ha commissionato più special per sponsorizzare il loro progetto Son of Time; tra i builder di queste possiamo citare Diamond Atelier, Ironwood, Anthony Partridge e Sinroja Motorcycles.

Trovati i customizer e lo sponsor a Gareth mancava “solo” la moto da customizzare.

Dopo una lunga ricerca da parte di Gareth e Calum la scelta è ricaduta sull’Italiana Energica Eva. La Energica Motor Company è tra le produttrici di motociclette elettriche più affermate al mondo: d’altronde si è aggiudicata il contratto per fornire le moto per il campionato mondiale di MotoE.

L’amministratore delegato di Energica, Stefano Benatti, ha creduto in questo progetto. Dopo una visita nella fabbrica di Modena e una chiacchierata con l’ingegnere responsabile Giampiero Testoni l’accordo era siglato e una settimana dopo una nuovissima Energica Eva è arrivata nell’officina inglese.

ENERGICA EVA: IDENTIKIT

Potenza: 107 kW
Coppia: 215 Nm
Velocità Massima: 200 km/h
Autonomia: 320 km (400km uso cittadino)

La Eva si è rivelata essere la moto perfetta per questa build: potente, veloce, all’avanguardia… non c’era bisogno di ricorrere modifiche per migliorare la performance, di serie la moto è già abbastanza estrema.

Ma c’era un problema. Un problema di tempo. I ragazzi di deBolex avevano solo due mesi per completare il lavoro, e Calum, di solito calmo, non era del tutto tranquillo:

“La deadline era vicina, e non sapevamo a cosa stavamo andando incontro finché non abbiamo messo l’Energica sul ponte, rimosso le semi-carene e visto il telaio. La moto si è rivelata essere una piacevole sorpresa”.

Non solo era potente e performante, ma non era neanche troppo complicata da modificare, per poter dare libero sfogo alla creatività bastava spostare il modulo ABS, la pompa dell’acqua e modificare il telaietto posteriore.

Realizzati numerosi sketch e messe insieme le idee, Calum e Des erano pronti a “sporcarsi le mani”.

La skill principale dell’officina deBolex è senza dubbio il metal shaping. Sfruttando le tradizionali tecniche di battitura e modellazione del metallo, la nuova carrozzeria completamente in alluminio della Eva cominciava a prendere forma.

Ispirata alle forme delle moto da corsa degli anni ’60 la nuova Eva sfoggia carene, cover “serbatoio”, cupolino, codino e telaietto posteriore sono stati realizzati interamente in alluminio. Non solo elementi eleganti e belli da vedere, ma essenziali per garantire il funzionamento del sistema di raffreddamento grazie alle diverse prese d’aria.

Le linee della moto rispecchiano come anticipato lo stile deBolex: le batterie sono celate da questa carenatura dall’aspetto classico, con una ben imbottita e ricercata sella in Alcantara che nasconde la presa di ricarica

Ma il lavoro del duo inglese non finisce qui. Calum non si è accontentato della modifiche estetiche e ha voluto migliorare la ciclistica: mono-ammortizzatore Maxton RT10, una coppia di cerchioni in alluminio Dymag UP7X e un nuovo set di pneumatici Pirelli Diablo Supercorsa. L’impianto frenante ha subito anch’esso un upgrade: pinze e dischi Brembo, e una pompa Magura.

A una settimana dall’ora X era tempo di pensare alla verniciatura. È stata adottataUna palette di grigi, argenti e bianchi: come di consueto la verniciatura è stata effettuata in-house.

E dopo alcuni ritocchi dell’ultimo minuto la nuova Energica Eva firmata deBolex Engineering era pronta per essere presentata al mondo durante la premiere londinese del film Oil in the Blood.

“Una moto che cattura appieno lo spirito del film. Una grande special per il futuro”

 

Una moto che avrebbe potuto far discutere di sé, ben accolta e rumorosamente acclamata.
Bisognerà prepararsi al futuro, quando da “Oil in the Blood” si passerà ad “Electric in the Blood”.

Photo Credits: Tom Horna di Autohouse London