Basata sulla Manx7, la Saroléa N60 è una naked elettrica prodotta in tiratura limitata con rifiniture di pregio e performance da superbike.

THE MIGHTY MACHINES

Saroléa: dal 1850

Fondata nel 1850 nei pressi di Liegi, in Belgio, da Joseph Saroléa, era inizialmente una fabbrica di armi. Nel 1892 iniziò la produzione di biciclette e nel 1901 fu prodotta la prima motocicletta.

Dopo una storia durata oltre 100 anni, dopo aver progettato moto apprezzate a livello internazionale, e dopo aver vinto numerosi trofei nel corso degli anni, nel 1973 Saroléa cessò la sua attività.

La rinascita

Nel 2010 la Casa belga è tornata in vita dopo essere stata acquistata dai fratelli Robbens con l’obiettivo di sviluppare e costruire moto da corsa completamente elettriche. 

Dopo quattro anni di lavoro ed evoluzione di diversi prototipi, nel 2014 Saroléa ha portato la sua prima moto, la SP7, a competere sull’isola di Man prendendo parte al “Isle of Man TT Zero” e guadagnandosi il quarto posto. La Casa belga si è ripresentata al TT anche negli anni successivi e nel 2017 ha deciso di progettare una versione stradale della SP7, sfruttando i dati raccolti negli anni precedenti e utilizzando la medesima tecnologia: la Manx7. 

Ed è proprio dalla Manx7 che viene sviluppata la N60 MM.01, che sfrutta il motore più performante disponibile sulla Manx.

La Saroléa N60 MM.01 nasce dalla collaborazione con The Mighty Machines, una realtà che dal 2017 crea prodotti di alta qualità con l’obiettivo di distinguersi dalla massa grazie al suo team di ingegneri, designers, sviluppatori di software ed esperti di marketing.

La N60 condivide i dettagli tecnici della Manx7: dal motore da 120 Kw e 450 Nm alla monoscocca in carbonio, dalla batteria da 12 Kw che garantisce un’autonomia di 330 Km alle sospensioni Öhlins e i freni Beringer. Lo 0 a 100 in 2,8 secondi e un peso di 215 Kg completano la scheda tecnica di questo “lampo silenzioso” su due ruote.

Le differenze le troviamo nel design e nell’impostazione di guida: la N60 è una naked e non una supersportiva. È stata disegnata da Serge Rusak: le linee sono ben definite e moderne, i richiami alla tecnologia e alla velocità sono evidenti. 

Lo schema colori è unico: il colore principale è il nero: nero satinato e nero lucido. Ma la differenza la fanno i dettagli in arancione acceso: la sella sfoggia delle cuciture arancioni, la molla del mono-ammortizzatore è anch’essa arancione, così come le leve della frizione, del freno e la linea che costeggia la carenatura. Completa il look il motivo “MM”, logo di The Mighty Machines.

La fibra di carbonio è protagonista tanto della performance quanto dell’aspetto: per garantire prestazioni stellari la N60 presenta un cuore in carbonio: il telaio monoscocca.
Anche il forcellone è completamente in fibra, questa volta in bella vista.

Completano la moto i cerchioni forgiati in alluminio O.Z. da 17” e una coppia di pneumatici Dunlop SportSmart TT.

Una moto da sogno prodotta in edizione limitata: 20 unità.

La collaborazione tra Saroléa e The Mighty Machines ruota attorno alla N60. In realtà si acquista un pacchetto nel quale sono inclusi altri oggetti realizzati ad hoc che condividono lo spirito e il design della motocicletta. Per 69.999€ oltre alla moto si riceveranno anche un casco integrale Hedon con calotta in fibra di carbonio, un coltello in acciaio Studio Blade, che riprende i materiali utilizzati da Saroléa, carbonio e titanio, e che si caratterizza per i dettagli sulla lama che ricordano le onde elettriche, e infine un completo Café Costume slim-fit, elasticizzato e traspirante, con inserti per protezioni morbide, progettato espressamente per i motociclisti.

Photo Credits: Jente Willems