È andata in scena nel weekend dal 4 al 6 settembre la “prima puntata” di Rock’n Road, il nuovo format di appuntamenti che unisce natura, motori e musica in un’esperienza unica e da condividere, ideato da Giulio Maceroni, fondatore e performer di Rock to Flip.

Innovazione è senza dubbio la parola chiave per descrivere lo spirito con cui nasce Rock’n Road, nonché lo spirito che accompagna ogni progetto nato dalla mente di Giulio Maceroni, il fondatore di questo nuovo format che unisce la passione per i motori a quella per la musica, con una totale immersione nella natura e nello spirito outdoor.

Classe 1994 e comasco di origine, Giulio è un giovane compositore di colonne sonore per spot pubblicitari dedicati soprattutto al mondo delle moto e degli sport estremi, come Ktm, Gopro, Sony Action Cam, e molte altre. Diplomato in chitarra moderna presso la Nam di Milano, ha conseguito un master in chitarra blues presso la Berklee College of Music a Boston in U.S.A. Nell’aprile 2017 ha l’occasione di suonare e duettare con Phil Palmer, chitarrista di Eric Clapton, Dire Straits, Robbie Williams. Noi di Wheelz lo conoscevamo già per il progetto Rock to Flip, uno spettacolo Live che unisce musica e motor-freestyle che, dopo il debutto a EICMA 2018, ha portato il gruppo ad esibirsi in California nel 2019 in un Tour affiancato da riders di livello mondiale come Robbie Maddison e Jarryd McNeil, conclusosi al Moto Beach Classic, l’evento organizzato ogni anno dall’icona del custom Roland Sands.

ROCK’N ROAD

Dopo la nascita dello show Rock to Flip, ci voleva qualcosa che potesse avvicinare le persone in prima persona al mondo della musica e dei motori, per dare vita a qualcosa di unico. Nasce così Rock’n Road, il format che ha visto il realizzarsi della “prima puntata” nel weekend dal 4 al 6 settembre 2020 a Madesimo (SO). Un weekend dedicato sì alle moto, ma con al centro un altro ingrediente fondamentale, la musica.

L’obiettivo, dunque, non è solo quello di andare alla scoperta del territorio “in sella”, ma anche di produrre insieme la colonna sonora del weekend trascorso in compagnia. Direttamente in loco, sì, con le chitarre elettriche e gli strumenti di accompagnamento, in uno studio di registrazione allestito ogni sera al bivacco.

La colonna sonora del primo appuntamento potete gustarla in questo video; cuffie in testa e volume al massimo!

 

“Questo format si incentra sulla scoperta del territorio in maniera non convenzionale: al centro la musica, come colonna sonora, una colonna sonora basata ed ispirata dagli eventi, dagli imprevisti del giorno.

La mattina abbiamo fatto un’escursione in moto, con tutta la gamma BMW GS fornita dalla concessionaria Bike House Como, Varese e da BMW Motorrad. Dal pomeriggio alla sera, invece, intorno al falò è stata montata una grande tenda, il fulcro del viaggio in off-road, con all’interno uno studio di registrazione mobile all’interno della quale, sotto la mia direzione musicale, si è creata la colonna sonora del viaggio. Prezioso è stato il contributo di Yamaha Guitar e di Zoom, che hanno allestito, fornito tutti gli strumenti musicali per lo svolgersi dell’evento e per la vera creazione dello studio di registrazione mobile.

I partecipanti, 15 in tutto, erano studenti di musica di diversi livelli, dai 16 ai 40 anni, di ogni tipologia,e in base alle proprio competenze e conoscenze ho strutturato una registrazione, e quindi una sovrapposizione armonica all’interno del brano, così da rendere ancora più unito ed unico il prodotto. Il primo weekend è stato un successo, e per questo devo anche ringraziare anche i miei compagni di avventura, Rosco Felcher, che si è occupato della produzione e della logistica, e Mirko Ruggirello, nostro fotografo e videomaker.

Visto il successo mediatico e di richieste ricevute, e grazie alla visione di Madesimo, stiamo organizzando un qualcosa di ancor più magico: un viaggio non più in moto e su terra, ma, su neve e con motoslitte, con lo studio di registrazione mobile posizionato all’interno delle baite. Per quel weekend, che si svolgerà nel 2021, saranno  disponibili 20 posti. Non vediamo l’ora!”.

Giulio Maceroni

 

Photo Credits: Mirko Ruggirello

Ti piace Wheelz?

Supportaci con un caffè!Supportaci con un caffè!