Effetto nostalgia, zero emissioni. La Opel Manta diventa elettrica.

La “muscle car” tedesca per eccellenza è tornata.
La Opel Manta GSe ElektroMOD riporta alla ribalta la leggendaria Opel Manta del 1970, un’auto che ha profondamente segnato la storia della Casa di Rüsselsheim, un veicolo senza tempo con uno stile che si conferma essere sempre attuale.

Il concetto dietro a questo progetto è quello di “restomod”: l’atto di restaurare auto d’epoca apportando allo stesso tempo delle modifiche, stilistiche e non, che possano rendere l’auto più moderna e funzionale.

Questa tendenza è sempre più in voga, appassionati e collezionisti intraprendono progetti ambiziosi cercando di non snaturare l’auto prescelta.
Ma questa volta è Opel stessa a lanciare un progetto “restomod”: pochi ritocchi all’esterno ma un cuore tutto nuovo sotto al cofano per la Opel Manta GSe ElektroMOD. “MOD” sta per tecnologie moderne e uno stile di vita sostenibile. “Elektro” richiama invece la Opel Elektro GT che 50 anni fa stabilì alcuni record mondiali per i veicoli elettrici e ovviamente la nuova motorizzazione elettrica che la contraddistingue.

ELETTRIFICAZIONE: UN PASSO VERSO UN FUTURO SOSTENIBILE

Lanciata più di 50 anni fa con motore benzina quattro cilindri, oggi Manta è di nuovo in grandissima forma ed è la prima MOD elettrica della storia del marchio tedesco. La nuova Opel Manta GSe ElektroMOD unisce il meglio del meglio: l’aspetto classico di un’icona di stile e le tecnologie più avanzate per una mobilità sostenibile. La nuova Opel Manta è a prova di futuro: elettrica, a zero emissioni e piena di emozioni”.

DIVERTIRSI GUIDANDO ELETTRICO147 cv, trasmissione manuale, trazione posteriore

La “coupé degli anni Settanta” non monta più il motore quattro cilindri che trovava posto sotto all’iconico cofano nero, ma è spinta da un propulsore elettrico da 108 kW/147 CV in grado di erogare una coppia massima di 255 Nm. Infatti la “e” di GSe significa proprio “elettrica”. Questo motore, inoltre, rende la Opel Manta GSe ElektroMOD la Opel Manta A più potente mai uscita dagli stabilimenti Opel. La trazione è posteriore per un divertimento sempre assicurato.

Assieme al motore a combustione interna è ovviamente scomparso anche il serbatoio del carburante, sostituito da una batteria agli ioni di litio con una capacità di 31 kWh, che consente di raggiungere un’autonomia media intorno ai 200 km e che recupera l’energia in frenata. La batteria può essere completamente ricaricata con il caricatore di bordo da 9,0 kW in corrente alternata monofase e trifase in meno di 4 ore.

La Opel Manta GSe dimostra in modo impressionante con quanto entusiasmo costruiamo le automobili in Opel. La grande tradizione Opel si unisce all’impegno di oggi verso una mobilità a zero emissioni, per un futuro auspicabile e sostenibile. Tanti modelli Opel sono già elettrici e ora si aggiunge anche la leggendaria Opel Manta”, ha dichiarato Michael Lohscheller, CEO Opel.

La tecnologia sfruttata in questo nuovo progetto è la stessa che troviamo sui modelli di serie come la Opel Corsa-e e la Opel Mokka-e, e simboleggia i passi verso il futuro elettrificato del marchio Opel, che si sta impegnando per garantire dal 2024 una gamma di veicoli nella quale ciascun modello Opel avrà una versione elettrificata.

Ma la più grande peculiarità della Opel Manta GSe ElektroMOD è la presenza del cambio manuale: si può infatti scegliere di inserire manualmente le marce dell’originale cambio a quattro rapporti oppure si può semplicemente mettere la quarta e viaggiare automaticamente.

La Opel Manta resta così una sportiva classica, con una trazione innovativa e modernizzata e un look che sembra non passare mai di moda.

NUOVE LINEE E DETTAGLI MODERNI PER UN DESIGN CON EFFETTO “WOW”

È il nuovo design esterno che è particolarmente azzeccato: linee classiche ma stile moderno, soprattutto grazie ai gruppi ottici e ad alcune soluzioni tecnologiche che fanno la differenza.

Innanzitutto, la Opel Manta GSe si distingue per la presenza di una interpretazione futuristica del nuovo “volto di Opel”.
L’Opel Vizor, ossia la fascia che racchiude calandra e fari che al centro ospita il fulmine Opel, è l’elemento stilistico che troveremo su tutti i modelli Opel nel corso dei prossimi anni e che già è presente su Opel Mokka e Opel Crossland. Questo elemento è stato ispirato proprio dalla Opel Manta A, per questo sulla GSe non poteva mancare: la ElektroMOD è dotata di una versione speciale chiamata Opel Pixel-Vizor che si estende per l’intera larghezza del veicolo.
Una fascia nera che, assieme all’iconico cofano total-black, contrasta nettamente la vernice giallo neon della carrozzeria.

I gruppi ottici anteriori e posteriori a LED caratterizzano il look dell’intero veicolo e sembrano gli elementi più riusciti del progetto, in particolare i fari posteriori circolari tridimensionali.

I cerchi in lega da 17 pollici sono stati appositamente disegnati e prodotti da Ronal.

L’abitacolo vanta la più recente tecnologia digitale Opel. Il guidatore adesso davanti a sé vede l’ampio Opel Pure Panel. Sui due schermi touch da da 12” e 10”, orientati verso il guidatore, compaiono informazioni importanti sulla vettura come il livello di carica e l’autonomia. La musica si diffonde attraverso un box Bluetooth Marshall: “un classico moderno in un classico moderno”.

I sedili sportivi con linea decorativa centrale gialla sono stati sviluppati per la Opel ADAM S e adesso offrono un livello di comfort e sostegno laterale di gran lunga superiore rispetto a quello della Opel Manta originale. 

Il volante Petri a tre razze rielaborato da Opel, con lo sportivo segno giallo a ore 12, è uno degli elementi dell’auto che si rifà completamente all’estetica degli anni Settanta. 

Le superfici del posto guida e dei pannelli delle portiere sono ora di color grigio opaco, in perfetto abbinamento con gli altri elementi neoclassici gialli e neri. Il padiglione dell’abitacolo è rivestito di Alcantara. 

La Opel Manta GSe ElektroMOD non ha un’identità ben precisa: non è un prototipo, non raggiungerà la produzione di serie, ma forse verrà prodotta in edizione limitata e venduta a pochi fortunati? Quello che è certo è che si tratta di un “manifesto” all’elettrificazione rivolto agli appassionati di auto d’epoca. Stiamo parlando di un’auto che fa storcere il naso ai puristi per via del motore elettrico ma che può avvicinare al mondo delle quattro ruote una nuova generazione di giovani automobilisti. 

Ma la Opel Manta GSe ElektroMOD è un esperimento riuscito. Noi vorremmo averla in garage e grazie alla trazione posteriore, il cambio manuale e la potenza istantanea del motore elettrico, siamo sicuri che ci farebbe divertire un mondo. Niente poi può battere l’aspetto classico che si fonde con elementi moderni e quelle linee scolpite e slanciate di mezzo secolo fa che risultano ancora perfettamente a passo coi tempi. Ci piacerebbe vedere altri progetti del genere e che progetti azzeccati e ambiziosi come questo potessero diventare modelli di serie.

Ti piace Wheelz?

Supportaci con un caffè!Supportaci con un caffè!