In una Issue che parla di generazioni a confronto, questa notizia casca veramente a pennello. Come il cacio sui maccheroni, le bollicine nello champagne o la ciliegina sulla torta. 

A sei anni dall’uscita di scena della Daytona 675 nel 2018, oggi Triumph Motorcycles annuncia (finalmente!) l’arrivo della nuova sportiva mid-size di casa, la Daytona 660 equipaggiata con motore a 3 cilindri.

Il suo cuore pulsante è l’evoluzione dello stesso motore che muove anche le “sorelle” Trident e Tiger Sport 660: con 95 CV a 11.250 giri/min e coppia massima a 69 Nm, Daytona è la più potente delle tre e promette di offrire un’esperienza di guida entusiasmante. 

Il nuovo telaio della Daytona 660 e la sua ergonomia sportiva si fondono a un comfort di guida adatto ad un utilizzo daily, grazie anche alla dotazione che include la forcella Showa a steli rovesciati da 41mm e il monoammortizzatore Showa regolabile nel precarico al posteriore. I freni con pinze radiali a 4 pistoncini con doppio disco da 310mm e performanti tubi in treccia sono abbinati ai nuovi pneumatici Michelin Power 6.

Tra gli highlights troviamo anche la sella da 810 mm, la posizione di guida sportiva ergonomicamente ottimizzata da semi-manubri clip-on e pedane, il telaio perfettamente bilanciato per un miglior comfort su strada e nell’utilizzo quotidiano.

L’esperienza di guida e la sicurezza in sella alla Daytona 660 sono garantite da un pacchetto tecnologico che include tre diversi riding mode: Sport, Road e Rain.

Ciascuna modalità offre un’accelerazione e un livello di intervento del controllo di trazione diversi. Il traction control può anche essere disattivato.

Nell’equipaggiamento troviamo anche il Triumph Shift Assist, il cambio a sei rapporti e frizione elettro assistita, oltre al sistema Emergency Deceleration Warning, che accende le luci d’emergenza posteriori per avvisare gli altri conducenti in caso di frenate improvvise.

E non mancano, ovviamente, le opzioni di personalizzazione. Per la nuova Daytona sono disponibili più di 30 accessori originali Triumph, con una garanzia di due anni a chilometraggio illimitato.

Per chi desidera uno stile più “racing” è possibile scegliere anche un codino monoposto in tinta, oltre a una serie di parti speciali lavorate dal pieno. 

Il sistema di connettività My Triumph consente invece di impostare il navigatore turn-by-turn, utilizzare il telefono e ascoltare la musica in modo facile e intuitivo.

Tra le novità anche le manopole riscaldate, una presa USB sotto la sella e il TPMS, il sistema di monitoraggio della pressione dei pneumatici. Sono disponibili anche una borsa da serbatoio e una posteriore, per un totale di 20 litri. 

Sul fronte sicurezza, gli optional includono il sistema di allarme Triumph Protect+ e il localizzatore Triumph Track+ con monitoraggio 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

La Daytona 660 sarà disponibile dalla primavera del 2024, ma può essere già preordinata in concessionaria.