Nissan ha svelato la Z Proto, un prototipo che guarda al futuro ispirandosi al passato. Una vettura che fa sognare tutti gli appassionati del marchio giapponese e che pone le basi per una nuova generazione della leggendaria sportiva Z.

Yokohama, Giappone.

In live-streaming globale Nissan ha presentato la Z Proto: V6 biturbo, cambio manuale e design che riprende il vero DNA “Z”.

La generazione Z vanta oltre cinquant’anni di storia e di successo a livello mondiale. La nuova Nissan Z Proto segna una svolta per la leggendaria sportiva e per il futuro di Nissan, un nuovo capitolo che si apre all’insegna della tradizione, della passione e dell’innovazione.

La Z è un’auto sportiva in tutto e per tutto, e come tale incarna lo spirito di Nissan” ha dichiarato Makoto Uchida, CEO Nissan. “È un modello chiave del piano di trasformazione Nissan NEXT e dimostra la nostra capacità di fare ciò che gli altri non osano, dalla A alla Z. Anch’io sono un fan della Z e sono felice ed emozionato nell’annunciare l’arrivo della nuova Z”.

DESIGN: UN’ARMONIA TRA PASSATO E FUTURO

Realizzare un’auto con una storia così iconica alle spalle è una grande sfida. Il design della nuova Z Proto si ispira a tutti i modelli storici, in particolare alla prima generazione di Z ma anche alla 300ZX. La verniciatura giallo perlato è anch’essa un tributo alle scelte cromatiche della Z di prima generazione (S30) e della 300ZX (Z32).

I nostri designer hanno fatto numerosi studi, cercando di individuare l’elemento che ha decretato il successo di ogni generazione. Alla fine abbiamo deciso che Z Proto avrebbe viaggiato nel tempo, attraverso i decenni e verso il futuro”.

La forma del cofano e i fari anteriori a LED obliqui, a goccia, sono inconfondibili richiami alla Z originale. Le dimensioni della griglia rettangolare sono simili agli ultimi modelli, con l’aggiunta di una serie di alette ovali per rivisitare il look. La silhouette esprime sportività ed eleganza.

I gruppi ottici a LED hanno due semicerchi che ricordano quelli della 240ZG degli anni ’70, commercializzata solo in Giappone” aggiunge Albaisa. “La ZG ha lenti a cupola trasparenti che, quando illuminate, diffondono due aloni circolari sopra ciascun faro. Questa caratteristica ci piaceva e abbiamo scoperto che calzava a pennello sulla nuova Z”.

La somiglianza con la Z originale è ancora più sorprendente osservando la Z Proto lateralmente. La linea del tetto unisce il muso alla coda squadrata ridisegnando il profilo della prima generazione Z, dove la parte posteriore era lievemente più bassa del parafango anteriore e conferiva alla Z la sua esclusiva presenza scenica – ora ulteriormente enfatizzata dal raccordo fra il vetro a compasso posteriore e l’assetto ribassato della coda.

La coda trae ispirazione dalle luci posteriori della 300ZX (Z32), reinterpretate in chiave moderna. I gruppi ottici a LED sono incastonati in una fascia rettangolare nera che abbraccia anche i lati.

L’uso della fibra di carbonio ultraleggera utilizzata per minigonne laterali, bordo sotto il paraurti anteriore ed elementi aerodinamici posteriori, assicura ottime performance. I cerchi in lega da 19” e il doppio terminale di scarico sottolineano la grinta della vettura.

La formula usata per l’abitacolo rispecchia quella usata per gli esterni. Gli interni sono confortevoli e accoglienti. La strumentazione composta da un display digitale da 12,3” è di immediata leggibilità: tutto ciò per esaltare al massimo l’esperienza di guida. Il volante sportivo ha uno stile classico, ma mette a disposizione del guidatore tutti i comandi del veicolo e del sistema di infotainment. L’abitacolo gode di un equilibrio perfetto tra funzionalità, eleganza, sportività e comodità: interni pensati per viaggiare su strada e per correre in pista.

UN’ESPERIENZA DI GUIDA PURA

Sin dal primo modello, la Z è stata pensata per offrire emozioni e performance, come in gara.

La Z è sempre stata un’auto ad alto tasso adrenalinico, capace di trasmettere sensazioni intense e di creare una connessione unica tra veicolo e pilota” afferma Hiroshi Tamura, Chief Product Specialist Z Proto. “Questo vale per tutte le generazioni del modello ed è l’impulso che ci spinge a innovare con passione, sfidando le regole precostituite”.

A ogni nuova generazione il motore è diventato più potente, ma l’anima della Z non è solo nel numero di cavalli. La Z Proto rappresenta il perfetto equilibrio tra potenza e agilità. Il motore V6 biturbo lavora insieme alla trasmissione manuale a 6 marce.

Sebbene quest’auto sia solo un prototipo, la nuova Z è in arrivo (anche se molto probabilmente non per il mercato Europeo). Con questa vettura Nissan vuole tentare di democratizzare l’auto sportiva.

Qualcuno potrebbe chiedersi perché continuiamo a sviluppare quest’auto. Per me è come se ci chiedessero perché gli uomini respirano… è un elemento vitale per Nissan. Nissan è una comunità creativa con una gamma di prodotti e una storia estremamente diversificate. Speriamo che le persone sentano la nostra passione per il passato tanto quanto quella per il futuro. Amiamo creare auto con cui i nostri clienti possano sviluppare un legame emotivo. Z Proto rende omaggio a dei valori, ma è anche espressione dell’ingegneria moderna, con tecnologie avanzate dentro e fuori” chiude Alfonso Albaisa.

Ti piace Wheelz?

Supportaci con un caffè!Supportaci con un caffè!