MV Agusta ha annunciato le novità per il 2020; tre le parole d’ordine: qualità, tecnologia e prestazioni (più facili). Gamma Superveloce, Gamma Rosso e Brutale: ad EICMA l’esordio di alcuni modelli, mentre gli altri entrano finalmente in produzione.

Superveloce 800 Serie Oro e Superveloce 800: le sportive ispirate al passato

Basate su meccanica e ciclistica della F3 800, la versione Serie Oro è già in produzione, mentre quella standard lo sarà presto. Rispetto al concept presentato lo scorso anno, le uniche modifiche che riguardano l’edizione limitata di 300 esemplari si trovano sui tre terminali di scarico, posizionati su un solo lato, come sulle altre tre cilindri MV, imposte dai limiti di rumore per l’omologazione. Nella Serie Oro, però, l’impianto asimmetrico è incluso nel kit insieme ad altre componenti esclusive.

Brutale 1000RR: iper naked da 208 cavalli, ma più facile

Il motore quattro cilindri in linea da 208 cavalli, infatti, è lo stesso, come anche la ciclistica, completata da sospensioni semi-attive Ohlins: l’idea di MV Agusta è quella di rendere questa naked sfruttabile e gestibile da tutti i motociclisti, nonostante le elevate prestazioni. Per farlo, i profili di erogazione e la “facilità di guida” sono stati posti al centro del progetto.

La versione Serie Oro, presentata lo scorso anno, è già in produzione in una serie limitata di soli 300 pezzi, mentre la versione 1000RR standard cambia solo nell’allestimento rispetto alla versione speciale.

MV Agusta Brutale 1000RR Serie Oro

Il motore quattro cilindri della Brutale 1000RR può essere considerato un propulsore totalmente nuovo, poiché rispetto alla versione precedente il motore è stato oggetto di diverse modifiche e interventi di riprogettazione: camera di combustione ispirata alla Formula Uno, bielle in titanio, guide valvole, alberi a camme con alzate e fasature inedite, pistoni con segmenti Asso a basso attrito, albero motore ridisegnato.

Inoltre, il nuovo sistema di lubrificazione a “splitter” permette di separare l’olio dagli organi meccanici in movimento: efficace in condizioni estreme, riduce gli attriti. Interventi anche sulla trasmissione, più silenziosa ed efficace. Nuovi anche l’airbox e l’intero sistema di aspirazione, con cornetti di lunghezze diverse, mentre l’alimentazione sfrutta due batterie di iniettori.

MV Agusta Brutale 1000RR

Il faro Full LED si avvale di Cornering Lights, con il fascio luminoso che cambia direzione e angolo in base alla posizione dinamica della moto. Il pannello TFT da 5 pollici a colori è ampio e luminoso e, parlando di tecnologia, include la MV Ride App, utile per condividere gli itinerari o per avere in mirroring sul cruscotto le funzionalità di navigazione.

Elettronica: la 1000RR è dotata di Full Ride by Wire multimappa (Sport, Race, Rain, Custom) e la piattaforma inerziale IMU, con controllo di trazione regolabile su 8 livelli e disinseribile. Il Front Lift Control, anti-wheelie, può essere acceso o spento. Infine il cambio elettronico EAS 2.1 Up&Down, attivo sia in salita sia in scalata, è stato migliorato nella dolcezza d’azione e nella rapidità.

Gamma Rosso

Tra le novità 2020 di MV Agusta troviamo anche la Gamma Rosso, che include la Brutale 800, Turismo Veloce 800 e Dragster 800 nella specifica colorazione, ad un prezzo minore. Cosa cambia dalle altre? Quasi nulla, se non la colorazione unica e i cerchi non fresati su Brutale e Dragster.

Infine, MV Agusta ha annunciato che ad EICMA svelerà un ulteriore modello, un concept, di cui ancora non sappiamo nulla.