Secondo MINI se oggi Alec Issigonis avesse potuto proettare di nuovo la MINI classica, l’iconica piccola auto sarebbe stata equipaggiata con un motore elettrico. Dopo tutto, l’originale modello lanciato nel 1959 fu creato durante una crisi petrolifera e basato sul risparmio di carburante e sulla volontà di poter ospitare quattro occupanti e i loro bagagli nel minor spazio possibile.

MINI Recharged è il progetto di un team dedicato dello stabilimento MINI di Oxford nato dopo la presentazione al New York Auto Show 2018 di un prototipo one-off della MINI classica in versione elettrica.
Le reazioni furono così positive che un team dedicato dello stabilimento di Oxford si mise al lavoro per sviluppare un piano per creare un’opzione corrispondente da offrire ai clienti già proprietari della MINI classica.
Basta portare la propria MINI nello stabilimento: la conversione del veicolo avviene solo attraverso modifiche reversibili.

Alla base del progetto MINI Recharged una grande volontà da parte del brand di conservare la storia ma al tempo stesso di lavorare per un futuro migliore, una volontà di conservare il retaggio storico della classica MINI attraverso modifiche facilmente reversibili.
Durante la conversione, il motore originale di ogni veicolo viene contrassegnato e conservato in modo da poter essere riutilizzato in caso di un futuro retrofit. 

Ciò che il team del progetto sta sviluppando preserva il carattere della Mini classica e permette ai suoi fan di godere di prestazioni all-electric. Con MINI Recharged, colleghiamo il passato con il futuro del brand” dichiara Bernd Körber, Head of the MINI Brand.

Anche l’individualità gioca un ruolo importante con MINI Recharged”, dichiara Sebastian Beuchel, Head of MINI Global Brand Management. “Sono sempre stati creati modelli unici della MINI classica, tra cui vere e proprie opere d’arte su ruote. Ecco perché sono previste anche future collaborazioni nell’ambito del programma MINI Recharged, che permetteranno ad artisti famosi di esprimere la loro creatività attraverso modelli di MINI classica appositamente progettati”. 

La MINI Recharged è spinta un moderno motore elettrico che genera una potenza continua fino a 90 kW e dona alla MINI classica un’accelerazione da zero a 100 km/h in circa 9 secondi. L’energia proviene da una batteria ad alto voltaggio, che può essere caricata con una potenza fino a 6,6 kW e consente un’autonomia prevista di circa 160 km. Inoltre, ogni MINI Recharged viene dotata del caratteristico quadro strumenti centrale, familiare fin dai primi giorni della classica adattato per mostrare i nuovi parametri di guida.

Un’esperienza di guida completamente nuova: trasmissione silenziosa, accelerazione istantanea e tutti i vantaggi di possedere un veicolo elettrico al giorno d’oggi.

Purtroppo, al momento MINI Recharged è un progetto esclusivo del Regno Unito.
Ma tale progetto MINI segna tuttavia un passo importante per il brand MINI e la sua strategia. MINI Recharged rappresenta la volontà di aggiornare veicoli già esistenti piuttosto che creare nuove auto da zero, dando una seconda vita a mezzi che già ora o fra qualche anno non potrebbero più circolare su strada.

Una nuova vita per un’icona della storia dell’automobilismo.