Aprile vuol dire primavera, quella vera: un’esplosione in technicolor di calore, energia e vitalità. E tutto diventa molto, molto Funky.

Ricominciano le attività all’aperto in piena regola, le strade si popolano di bici, moto e skateboard, mentre sui 4×4 ricompaiono le maggiolina, segno dei primi weekend all’insegna dell’avventura. 

Funky è improvvisazione, è groove, è il ritmo del mondo che si sintonizza con quello del cuore. Ci porta dove vanno le passioni, con leggerezza e senza troppi pensieri per la testa.

Ma Funky è anche attrazione, sensualità: il termine “Funk” in slang afroamericano indica quel particolare odore sprigionato dal corpo in stato di agitazione, libero da inibizioni. Come quando sali sul palco per un live, quando balli fino al mattino senza preoccuparti della sveglia, quando ti sdrai sul lettino del tatuatore per la prima volta o ti butti in discesa su una tavola a 100 km/h. Funky è furore.

È l’arte di saper reinventare l’arte, la capacità di guardare al futuro senza mai perdere contatto con le radici.

People, get up and drive your Funky soul!