La Lamborghini più potente di sempre: 819 CV (602 kW) grazie all’unione di termico ed elettrico, il più basso rapporto peso-potenza di sempre della famiglia Aventador, accelerazione 0-100 km/h inferiore a 2,8 secondi e velocità massima di oltre 350 km/h. Sián, in dialetto bolognese, significa “fulmine”.

Al Salone dell’auto di Francoforte Automobili Lamborghini presenta la Lamborghini Sián: una supersportiva ibrida che introduce nuove tecnologie e prestazioni ineguagliabili. La Lamborghini più veloce di tutti i tempi presenta un nuovo design futuristico, mantenendo il DNA di sempre.

UN MOTORE FULMINEO

La Sián adotta il motore V12 e sviluppa un nuovo propulsore per auto super-sportive: un esclusivo sistema ibrido che punta a fornire la massima potenza possibile attraverso la soluzione più leggera. Un motore elettrico a 48 volt, che sviluppa 34 CV, è stato incorporato nel cambio per garantire una risposta immediata e prestazioni migliori: per la prima volta in un ibrido a bassa tensione è stato realizzato un collegamento diretto tra motore elettrico e assi.

In combinazione ai i 34 CV aggiuntivi forniti dal sistema ibrido, la Sián sviluppa un totale di 819 CV (602 kW) e offre ancora il sound travolgente tipico che ci si aspetta da un motore Lamborghini. Il rapporto peso/potenza è ottenuto grazie all’uso esteso di materiali leggeri. La Sián raggiunge una velocità massima superiore ai 350 km/h.

Come per la Lamborghini Aventador, la Sián si basa sull’idea del supercondensatore, un dispositivo che si trova tra abitacolo e motore e che si occupa di accumulo dell’energia in maniera molto più efficace rispetto a una più tradizionale batteria agli ioni di litio. Secondo Lamborghini, il nuovo supercondensatore della Sián è in grado di immagazzinare una potenza dieci volte superiore rispetto a quello della Aventador.

UN DESIGN D’ECCELLENZA

L’alettone posteriore è integrato nel profilo e si solleva solo durante la guida per incrementare le prestazioni. Sul tetto, il tunnel “Periscopio”, che originariamente nella Countach incorporava uno specchietto retrovisore, va ad aggiungere una caratteristica audace che richiama le lamelle del cofano del vano motore e importanti elementi che contribuiscono all’efficienza aerodinamica della vettura.

Lamborghini applica, per la prima volta in ambito automotive, un materiale innovativo a memoria di forma, frutto della più avanzata scienza dei materiali. Si tratta di una tecnologia brevettata, che permette di aprire e chiudere il sistema di ventilazione della zona posteriore della vettura, attraverso una soluzione sofisticata e leggera, pilotata solamente dal calore sviluppato dall’impianto di scarico del motore.

L’auto esposta al Salone di Francoforte in una configurazione speciale Oro Elettrico rappresenta la Lamborghini elettrificata del futuro e sottolinea la leadership di Lamborghini in termini di costante ricerca della massima espressione di colori e materiali.