QUASI TUTTA NUOVA, AD ECCEZIONE DEI CERCHI E DEL BASAMENTO MOTORE, LA NUOVA 450 ATTINGE DAL KNOW-HOW DEL TEAM HRC

Campione del mondo MXGP 2019; in sella alla “RW” Tim Gajser, mattatore assoluto e alfiere del Team HRC. Un “tessuto” notevole dal quale la nuova CRF attinge a piene mani. La lista degli aggiornamenti è lunga, anzi lunghissima: nuovi il telaio, il forcellone; modificate le sospensioni. E per il monocilindrico 4 tempi, raffreddato a liquido, con distribuzione monoalbero Unicam a 4 valvole  ci sono condotti di aspirazione e scarico rivisti, un nuovo sistema di decompressione e un silenziatore singolo per ottimizzare la verve del 450 ai bassi e medi regimi.

Rivisti anche la frizione, ora con comando idraulico, e le sovrastrutture, più compatte e completate da una sella maggiormente rastremata. Il bilanciamento della rigidità del telaio e del forcellone, la geometria del telaio più ristretta, la maggiore distanza da terra e gli aggiornamenti alle sospensioni sono tutti elementi finalizzati a conseguire prestazioni ottimali in curva. Questo aspetto, ossia quanto appreso dall’esperienza vincente di Tim Gajser durante il campionato 2019, ha permesso di ridurre l’affaticamento del pilota, un valore che va ad appannaggio anche dei piloti amatori. Ecco di seguito una serie di “pillole” che riassumono le novità introdotte sulla CRF450R 2021.

IL TELAIO

 

  • Travi laterali più strette e nuovo telaietto posteriore per ridurre il peso sfruttando il know-how di HRC
  • Bracci e punti di ancoraggio del forcellone più stretti, con un nuovo bilanciamento della rigidità.
  • Modifiche alla geometria per migliorare l’agilità in curva
  • Forcella con nuove tarature e con una corsa aumentata di 5 mm, abbinata all’ammortizzatore anch’esso rivisto nella parte idraulica.
  • Ergonomia migliorata grazie alla nuova sella più piccola e alle sovrastrutture più compatte.

 

Il peso complessivo con il pieno di benzina è ora di 110,6 kg, ossia ben 2 kg in meno rispetto al modello precedente.

IL MOTORE

 

  • Air box più grande, corpo farfallato e collettori di scarico rivisitati per una guida migliore ai bassi regimi
  • Nuovo sistema di scarico con silenziatore singolo per incrementare la coppia e ridurre il peso
  • Nuova frizione rinforzata a comando idraulico che sostituisce il funzionamento via cavo per una sensazione di costante leggerezza sulla leva
  • Sistema di decompressione rivisitato per impedire lo spegnimento

 

 

L’ELETTRONICA

 

  • Controllo di trazione HSTC (Honda Selectable Torque Control) con 3 modalità di guida, più OFF
  • Il sistema launch control HRC offre 3 opzioni di partenza
  • Il pulsante di selezione modalità motore (EMSB) dispone di 3 mappe per regolare l’erogazione della potenza
  • Il pulsante HSTC è stato integrato negli interruttori sul blocchetto sinistro ora completamente ridisegnato
  • L’ HRC setting tool è stato aggiornato in funzione delle modifiche alle modalità di guida “aggressive” e “smooth”

 

 

UN PO’ DI STORIA

Una moto che si è costantemente evoluta grazie ad una serie di aggiornamenti profondi e aggiornamenti di minore portata, influenzata dal programma Honda Racing mondiale. Per la versione 2017, seguendo il concetto di sviluppo “ABSOLUTE HOLESHOT!”, è stata radicalmente ri-progettata, con un telaio totalmente rinnovato e un aumento importante della potenza, erogata da un motore completamente nuovo. Se nella versione 2018 è stato aggiunto l’avviamento elettrico di serie, il modello 2019 ha visto un notevole aumento della coppia e della potenza massima grazie a una testata sviluppata da HRC, oltre all’introduzione del sistema “launch control” HRC, unito a un bilanciamento della rigidità ottimizzato per il telaio e il forcellone, una nuova pinza freno anteriore e il manubrio Renthal Fatbar regolabile in 4 posizioni. La CRF450R 2020 ha visto l’introduzione del sistema Honda Selectable Torque Control (HSTC) e ha costituito la base per la CRF450RW, affidata ancora una volta al pilota sloveno Tim Gajser.