Da un’idea dell’imprenditore Paolo Dalla Mora, gin ENGINE celebra un immaginario fatto di lattine di olio e carburanti, gare dal sapore “dirty” e velocità. Dal brand piemontese, una capsule collection made in Italy ispirata agli Anni ’60.

Linee grafiche nette che ricalcano i colori e lo stile dei ruggenti anni Sessanta: la nuova capsule collection firmata ENGINE include t-shirt, felpe e cappellini unisex in puro cotone dallo spirito spiccatamente “street style”. Una collezione prodotta totalmente in Italia grazie al lavoro di alcuni piccoli artigiani locali, spiega Paolo Dalla Mora, fondatore del brand di gin prodotto artigianalmente: gin ENGINE nasce infatti dalla competenza di mastri distillatori, parliamo di piccoli lotti di produzione imbottigliati a mano in un laboratorio in Alta Langa, al confine tra la provincia di Cuneo e Savona.

La nuova collezione di abbigliamento vuole inoltre veicolare un messaggio di ripresa, di coraggio e di fiducia, e a tale scopo la comunicazione è fortemente centrata sui mondi digital e social, attraverso una serie di iniziative dedicate e di partner: tra questi, il cantante Ludwig che ha lanciato due challenge coinvolgendo oltre un milione di utenti e Tommaso Zorzi che la sera del 24 aprile ha organizzato un party in diretta sui social e sul sito www.Gin-Engine.com, una festa inclusiva e un countdown in attesa del 25 aprile. La linea di moda ENGINE nasce dall’esperienza di Paolo Dalla Mora nel settore del casualwear per portare il mondo del moto mondiale e delle corse di formula uno nello streetwear contemporaneo. Disponibile anche il box premium di ENGINE Gin Oil inclusive: una speciale confezione per cocktail da preparare a casa, che include il gin biologico prodotto nelle Langhe nella sua irriverente tanica ispirata al mondo dei motori, un secchiello da “gran premio” e un set di bicchieri di latta davvero caratteristici; ci teniamo a sottolineare che tutti i profitti ricavati dalla vendita del box saranno destinati alla raccolta fondi del CESVI per l’Ospedale di Bergamo.

ENGINE: IL GIN CON STILE

Celebra un immaginario fatto di lattine di olio e carburanti, gare di motocross e veicoli da corsa, come un omaggio proprio a quel mondo di auto e officine caro agli appassionati, ma anche parte di una memoria collettiva più ampia. Questo gin prodotto in piccoli lotti è contenuto in una vera e propria tanica di latta da mezzo litro, evocativa e con tappo a vite. “L’idea di sviluppare ENGINE nasce dall’unione delle mie due grandi passioni – racconta Dalla Mora –  il mondo dei motori e gli spirits: quest’ultimo rappresenta il mercato in cui lavoro da oltre 10 anni. Da tempo avevo in mente un progetto legato al beverage e un giorno, mentre stavo sistemando la mia moto in garage a Barbaresco, bevendo una tazza del tradizionale digestivo di Langa a base di acqua calda, scorza di limone e foglie di salvia, ho realizzato che sarebbe stato interessante riproporre proprio quei sapori in una versione alcolica, sottoforma di long drink”.

Da lì, la definizione della formula e della ricerca di un’identità che andasse in un’altra direzione rispetto alla trasparenza che oggi ricercano gli spirits, afferma il fondatore, più ‘dirty’ e inaspettata e capace di stravolgere completamente il concetto di bottiglia.  ENGINE inoltre è un tributo a quelle storie del passato che annovera un legame speciale tra i cocktail classici e il mondo dei motori, come il cocktail Bentley di Harry Craddock (dedicato a Woolf “Babe” Barnato e al team Bentley della 24 ore di Les Mans), il Golden Cadillac Cocktail e l’Automobile Cocktail le cui versioni risalgono al 1903 e al 1913. 

Ti piace Wheelz?

Supportaci con un caffè!Supportaci con un caffè!