EMISSIONI ZERO

Lo scooter elettrico F5-E di FD Motors è essenziale, semplice, pratico e comodo: non inquina e permette di godersi la propria quotidianità senza preoccupazioni.

La mobilità elettrica è in continua crescita: le città si riempiono di colonnine di ricarica, flotte di scooter elettrici a noleggio invadono le metropoli italiane, per non parlare dei vantaggi tra incentivi statali e permessi per entrare in aree ZTL o parcheggiare gratuitamente. La rivoluzione elettrica è in atto. Il tutto per poter inquinare meno, respirare un aria più pulita e vivere in un ambiente meno rumoroso, in pratica, per vivere una vita migliore.

Tra tutti i mezzi elettrici, i più popolari al giorno d’oggi sono biciclette e scooter: questo grazie ai costi di acquisto e manutenzione contenuti e alla semplicità del processo di ricarica: batterie estraibili, comode da portare in casa, e prese di ricarica “standard”.

Ormai, parlando di scooter elettrici c’è sempre più scelta: scooter italiani, scooter importati, versioni elettriche dei best-seller dei grandi marchi… Negli ultimi anni sono nate numerose start-up italiane che si sono concentrate sul design, sullo stile e sule finiture di pregio sviluppando scooter costosi con fin troppi fronzoli e perdendo di vista il concetto essenziale di questi veicoli: la praticità.

Noi di Wheelz abbiamo provato lo scooter elettrico F5-E del marchio cinese FD Motors, importato in Italia da Italy 2 Volt: uno scooter semplice, essenziale, dal design tradizionale, che punta tutto sulla praticità e su un prezzo competitivo.

FD MOTORS F5-E

Ruote alte, sella spaziosa, una verniciatura rossa fiammante e forme da scooter tradizionale. Visto fermo al semaforo, il nostro F5-E non ostenta il suo “essere elettrico”; a un primo sguardo non si noterebbe nemmeno l’assenza del terminale di scarico. È una volta scattato il verde che per la sua silenziosità tutti capiranno che si tratta di uno scooter a zero emissioni.

L’F5-E è uno scooter con omologazione L3e, ossia rientra nella categoria dei 125 e si può guidare con la patente A1 dai 16 anni di età o con la patente B. Noi abbiamo provato la versione con due batterie da 21 Ah ciascuna che garantiscono un’autonomia di circa 70 chilometri.

L’F5-E è essenziale: non stravolge nel design, si concentra sulla praticità e colpisce per la facilità di guida. È semplice: non ci sono modalità di guida e il modello con doppia batteria non gode della frenata rigenerativa, per averla bisogna scegliere la versione con batteria da 52 Ah.

LA NOSTRA PROVA

La nostra prova inizia nel traffico dell’ora di punta. Siamo a Milano, pieno centro e abbiamo avuto la malsana idea di attraversare l’intera città in lungo e in largo per mettere sotto stress l’F5-E.
Per mettersi in marcia basta girare la chiave, tirare la leva del freno e premere il pulsante di avviamento. Lo scooter emetterà un solido “bip” e sulla strumentazione apparirà il logo di FD Motors, ora basta ruotare la manopola dell’acceleratore e partire.

Una volta presa confidenza con la spinta del motore elettrico e con la risposta dell’acceleratore ci si sentirà subito a proprio agio. L’F5-E non è particolarmente dolce in partenza, c’è uno strappo deciso, al quale però ci si abituerà in breve tempo. Uno strappo che, da un altro punto di vista, potrebbe essere interpretato come una super ripresa, più tempestiva della maggior parte dei competitori.

In marcia, invece, lo scooter di FD Motors si rivelerà essere un ottimo mezzo cittadino: ben controllabile, prevedibile e anche divertente. Grazie alle proporzioni classiche, alla pedana dritta e alla sella ben imbottita e spaziosa si sta davvero comodi: l’ergonomia è azzeccata. La porzione di sella riservata al passeggero è accogliente, le pedane sono fisse e il portapacchi integra le maniglie.

Per muoversi in città le capacità dell’F5-E bastano e avanzano. Grazie al peso contenuto di 129 kg ci si riesce a districare senza difficoltà tra le auto in colonna. È uno scooter facile, che non intimorisce neppure il neofita.

MOTORE E PRESTAZIONI

L’F5-E è spinto da un innovativo motore elettrico brushless a ingranaggi elicoidali, non è integrato nella ruota posteriore ma posizionato centralmente sul forcellone. La potenza sprigionata è di 3 kW, con un picco massimo di 3,6 kW. Questi numeri, all’apparenza modesti, permettono all’F5-E di raggiungere una velocità massima tra i 75 e gli 80 km/h che abbiamo toccato su una strada extra-urbana senza alcuna difficoltà. Non vi sono riding modes e non c’è freno motore.
In movimento il motore emette un leggero sibilo che dai 40 km/h in su viene coperto dal fruscio del vento.

Preso per quello che è l’F5-E offre prestazioni brillanti, paragonabili a quelle di uno scooter 125 con motore endotermico. Scattante da fermo e progressivo in marcia. Non ha difficoltà ad affrontare salite e non risente del peso del passeggero. L’F5 offre tutto quello che ci si cerca in uno scooter elettrico: affidabilità, comodità, zero vibrazioni e buone prestazioni.
Anche a velocità più sostenute l’F5 continua a trasmettere sensazioni positive e gran confidenza.
Complici le ruote alte (da 16” all’anteriore e da 14” al posteriore) che offrono maggiore stabilità, miglior comfort quando si affrontano tratti di strada leggermente sconnessi. 

È anche grazie ai freni che in sella ci si sente davvero sicuri: davanti e dietro troviamo un impianto frenante idraulico con dischi da 220mm. Niente ABS ma non se ne avverte la mancanza anche perché l’F5-E è dotato di CBS, un sistema di frenata combinata che offre un maggior livello di sicurezza. La frenata è ben modulabile e pronta in situazioni di emergenza.

Per quanto riguarda le sospensioni lo scooter F5-E è dotato di forcelle telescopiche idrauliche all’anteriore e di due ammortizzatori idraulici al posteriore. Che dire… fanno il loro dovere e vengono messe in crisi solo dal pavé. In città come Milano, dove la maggior parte delle strade del centro storico offrono pavimentazioni in pavé piuttosto sconnesse, l’F5 fatica notevolmente. Sebbene siano pochi gli scooter che riescono a cavarsela decentemente tra le rotaie e il pavé milanese, il nostro consiglio è quello di evitare strade sconnesse il più possibile.

E-MOBILITY

Niente benzina ovviamente, lo scooter di FD Motors consuma elettricità. Al posto del serbatoio troviamo due batterie da 21 Ah l’una, che offrono un’autonomia di 70 km. Con una guida un po’ allegra e velocità sostenute l’autonomia scenderà inevitabilmente più in fretta, ma si riusciranno a percorrere con una sola carica attorno ai 60-65 km, distanze che per l’uso cittadino dovrebbero andare benissimo.

Il processo di ricarica è facilissimo. Le due batterie agli ioni di litio sono estraibili e dotate di connettori “Chogori”. Una volta parcheggiato lo scooter si potrà decidere se estrarre le due batterie svitando gli appositi fermi, portarle in casa e ricaricarle una alla volta, oppure, più semplicemente, sfruttare la presa di ricarica dello scooter e attaccare il caricatore a una presa “Schuko” direttamente in box.

La soluzione migliore è lasciare in carica lo scooter durante la notte e scollegarlo al mattino. Le due batterie hanno un peso complessivo di 22 kg e poi c’è da tenere presente l’ingombro e il peso del caricatore. Se si decidesse di caricare le batterie una alla volta bisognerà ricordarsi di tenerle in carica per la stessa quantità di tempo.

Per portare le batterie da 0 a 100% di carica ci vorranno 5 ore.

Se si utilizza lo scooter prettamente in contesto urbano per effettuare il tragitto casa – lavoro, o se comunque non si ha la necessità di percorrere più di 70 km al giorno, si potrà tranquillamente lasciare a casa il caricatore guadagnando spazio nel sottosella, quanto basta per poterci riporre un casco jet.

DAILY LIFE: FINITURE E PRATICITÀ

Le finiture non sono di alta qualità, quasi tutte le componenti sono in plastica. Non ci sono elementi di design futuristico, ma questo non è un problema perché l’F5-E è uno scooter che punta all’efficienza e alla praticità. 

L’impianto di illuminazione è full-LED: faro anteriore, luce di stop e frecce sono tutti a LED e ben visibili. La strumentazione è un mix tra analogico e digitale: il tachimetro è analogico e corre attorno allo schermo LCD che mostra il livello di carica della batteria, il contachilometri totale e quello parziale. Nella sezione sottostante quando lo scooter è acceso viene mostrato il logo FD Motors.

L’F5-E è dotato anche di una presa USB per poter ricaricare lo smartphone o altri accessori. Ma la vera chicca è la retromarcia: per azionarla bisogna attivare le quattro frecce e girare la manopola dell’acceleratore.
La pedana dritta offre una buona superficie di appoggio per borse o sacchetti che si possono assicurare saldamente al gancio. Gli specchietti sono stabili e offrono un’ottima visibilità.
Sono disponibili diversi accessori per migliorare l’esperienza in sella dell’F5-E: un parabrezza alto da 128€, un parabrezza basso da 105€, un bauletto posteriore da 145€ e un cavo per caricare contemporaneamente le due batterie da 85€.

L’F5-E, sia nella versione con doppia batteria sia nella versione con batteria singola da 52 Ah, è disponibile in bianco, rosso o grigio e ha un prezzo di listino f.c. di 3.790€ che però scende a 2.850€ con gli incentivi al 30%. Se si ha un veicolo euro 0, 1, 2 o 3 da rottamare poi si può approfittare dell’incentivo del 40% che porterebbe il prezzo a 2.547€. In tutti i casi la garanzia prevista è di 24 mesi.

FD Motors offre anche lo scooter F3-E, il fratellino minore dell’F5, guidabile con patente AM dai 14 anni di età, uguale in tutto e per tutto tranne che per la potenza del motore. Il prezzo è di 3.350€ senza incentivi.

L’F5-E di FD Motors è uno scooter essenziale, facile e senza fronzoli. È pratico, comodo e offre delle discrete prestazioni. L’autonomia basta e avanza per l’utilizzo quotidiano e il processo di ricarica è davvero semplice. È uno scooter che ha un prezzo accessibile e competitivo per il mondo della mobilità elettrica. Certo, i materiali e le finiture non sono delle migliori ma secondo noi va visto come un veicolo pratico ed efficiente. Un mezzo che guarda al futuro della mobilità cittadina, sempre più elettrica.

PREGI: comodità in sella, prestazioni, prezzo.
DIFETTI: sospensioni, strappo dell’acceleratore, spazio sotto-sella.

SCORPI DI PIÙ

FD Motors

FD Motors è una società sussidiaria del gruppo cinese Guangzhou Faspider Motor Co. Ltd., con sede a Taizhou, nella provincia di Zhejiang. Produce esclusivamente mezzi a due ruote con motori elettrici e batterie al litio.

Italy 2 Volt

Italy 2 Volt, o I2V, è una start-up italiana con sede a Saronno nata nel 2018. Secondo l’azienda lombarda “la mobilità sostenibile a 0 emissioni dovrà sempre più essere un driver dell’evoluzione del settore automotive” e il suo obiettivo è “realizzare un modello di sviluppo della mobilità elettrica a due ruote, capace di creare sinergie tra Italia e Cina, impegnandosi a incidere profondamente sulla transizione in atto in un settore strategico come quello dell’automotive”. I2V è importatore e distributore esclusivo per l’Italia di scooter elettrici Made in China dei brand Jonway, FD Motors ed Ecooter.

Ti piace Wheelz?

Supportaci con un caffè!Supportaci con un caffè!