Ci sono tempi e spazi, mondi e persone, materiali e idee destinati a incontrarsi per plasmare una nuova idea di futuro. E, quando succede, la materia prende forma dando vita all’inedito. Si tratta di un’alchimia, di un allineamento naturale degli elementi, fatto di ispirazione, esperienza e visione. Fattori in grado di fondersi per reinterpretare il presente e renderlo già domani. La chiave di volta del design.

Una dinamica tanto affascinante quanto necessaria, soprattutto quando temi come sostenibilità ed evoluzione assumono un valore vitale. Una magia che diventa accessibile anche quest’anno dal 15 al 21 Aprile, in occasione della Milano Design Week e del Fuorisalone 2024, il cui tema ruoterà attorno al concetto di “Materia Natura“, una riflessione sull’importanza della sostenibilità nel processo creativo. 

Un punto di vista, questo, che accomuna anche i protagonisti della nostra storia.


Davide Bianchi è un designer alla ricerca del vero senso della materia. Nato a Torino nel 1991, nel suo background ci sono una laurea all’Accademia di Belle Arti di Brera e una serie di prestigiose collaborazioni con numerose realtà internazionali come Industrial e Interior Designer. Nel 2020, poi, nasce Davide Bianchi Design, realtà di slow design che collabora con artigiani italiani in un’ottica di sostenibilità evolutiva dell’oggetto.

Lo stesso principio alla base del concept che BMW Motorrad propone con CE04, scooter elettrico a zero emissioni che rappresenta oggi più che mai una rivoluzione silenziosa nel mondo della urban mobility. Design avveniristico, estetica ricercata, connettività intelligente e performance. Un’esperienza di guida esaltante. Un progetto che ha segnato l’inizio di una nuova era nel mondo delle due ruote.

Il veicolo perfetto, insomma, per cogliere il meglio della Design Week muovendosi tra gli hot spot milanesi alla ricerca di nuovi stimoli, suggestioni e anticipazioni del futuro. Per poi rientrare alla base e trasformare il concetto in oggetto fisico.

E allora eccoli gli appuntamenti della Milano Design Week da segnare in agenda. Una lista attentamente selezionata di hub creativi, percorsi inediti ed esperienze immersive dedicata agli addetti ai lavori e a chi desidera aprire una finestra sul mondo che sarà.

Isola Design Festival

In occasione della Milano Design Week il quartiere Isola ospiterà l’ottava edizione di Isola Design Festival. Il tema scelto, “This Future is Currently Unavailable”, offre l’occasione per intraprendere un vero e proprio viaggio per dimostrare che il design non riguarda soltanto la sfera della sostenibilità, ma rappresenta il motore per affrontare le sfide del mondo reale.

Un hub itinerante che, oltre a Stecca 3.0 e ai consueti punti di interesse, si muoverà verso tre location inedite: Lampo Milano, WAO PL7 e Galleria Bonelli, mai esplorate prima durante la settimana del design milanese. Durante la settimana saranno cinque le mostre da visitare, curate dal team creativo di Isola e da altri guest curator. QUI il percorso consigliato. Sotto, gli appuntamenti da non perdere.


LAMPO (via Valtellina, 5) ospiterà tre situazioni significative. La prima, THE FUTURE WILL BE SOWN by Made In Earth Collective, è un’installazione che sconfina nell’ecologia, grazie alla ricerca di materiali di origine vegetale, ma anche nell’intimità e nell’inclusione, dove l’arte è accessibile, toccabile e indossabile. “Re-CAMPAIGN” RE-USED ADVERTISING CANVASSES TELL A “NEW” STORY by Mo Man Tai è un’esposizione di imponenti tele che originariamente ricoprivano facciate di edifici, riutilizzate attraverso il taglio e la cucitura per creare giochi di strati, volumi, contrasti di colore e grafica. Infine, LIKE A ROCK by Iammi, che celebra il legame tra materia e natura con un’installazione composta da sedute rocciose alla vista, ma morbide al tatto, realizzate con gommapiuma upcycled.


STECCA 3.0 (Via Gaetano de Castillia, 26) accoglierà invece KIOSK OF RECIPROCITY by Collective Works, Constructlab, Temporiuso, un dispositivo mobile, bar e infopoint per promuovere spazi di convivialità, oltre alle creazioni LIDI BUS INFLATABLE DESIGN by Lidi Bus, gonfiabili unici e scenografie suggestive rivolte a moda, interior design ed eventi.


STUDIO PEPE 36 (Via Guglielmo Pepe, 36) sarà visitabile dal 14 al 21 aprile ogni giorno dalle 16 alle 19 con le opere di Davide Bianchi Design, Giuseppe Buffoli, Joykix, Diego Randazzo e Rossella Moratto.

Tortona Design Week & Tortona Rocks 2024

Tortona è uno dei distretti simbolo della Design Week e l’edizione 2024 offrirà due diversi momenti clou:

Tortona Design Week che propone una sua Walk of Design, ricalcando l’iconica passeggiata hollywoodiana attraverso i luoghi del quartiere, dove le installazioni espositive si alternano tra spazi chiusi e all’aperto, lungo le vie e all’interno di antiche fabbriche.

La collaborazione tra le aziende e il territorio integra il design in una trama ricca di storia e tradizione, mentre i temi chiave della sostenibilità, della tecnologia e dell’artigianalità ne sono il filo conduttore, consentendo ai designer di esprimere in modo innovativo e significativo la propria visione creativa.


Tortona Rocks, giunta alla 9° edizione, guarda al presente attraverso dimensioni parallele e prismi non convenzionali, immaginando il design come una nuova partitura musicale che sta sovvertendo le grammatiche prestabilite.

L’ibridazione disciplinare, l’annessione di elementi eterodossi, l’impiego costante di nuovi strumenti oltre a una riconfigurazione in fieri di pratiche “esecutive” consente un accostamento insolito tra design e musica, generando un cortocircuito linguistico. Il palinsesto 2024 è uno spartito di contaminazioni tra analogico e digitale, artigianato e nuove tecnologie, arte e design da “ascoltare” nel suo comporsi.

 

L’ibridazione disciplinare, l’annessione di elementi eterodossi, l’impiego costante di nuovi strumenti oltre a una riconfigurazione in fieri di pratiche “esecutive” consente un accostamento insolito tra design e musica, generando un cortocircuito linguistico. Il palinsesto 2024 è uno spartito di contaminazioni tra analogico e digitale, artigianato e nuove tecnologie, arte e design da “ascoltare” nel suo comporsi.

 

Alcova 2024

La settima edizione di Alcova, piattaforma internazionale per il design contemporaneo, aprirà al pubblico dal 15 al 21 aprile nel contesto inedito di due iconiche ville dell’area metropolitana di Milano: Villa Borsani e Villa Bagatti Valsecchi. Meta imperdibile per gli appassionati di design, Alcova proporrà progetti di gallerie, designer, aziende, istituzioni e scuole in dialogo con meravigliose architetture, per ricreare una magia che si ripete da anni, mai uguale a se stessa.

I filoni di ricerca si rinnovano, intrecciandosi: materiali e processi produttivi tecnologici e sostenibili, craft contemporaneo, estetiche sperimentali, tematiche sociologiche, politiche, globali. 

QUI il percorso integrale di Alcova alla Design Week.

Superdesign Show 2024

Perché non osare? Perché non ampliare gli orizzonti della propria immaginazione ridisegnando oggetti fisici e soggetti immateriali della quotidianità? Perché non sperimentare nuovi linguaggi per arrivare a fruitori non abituali?

Superdesign Show, l’evento annuale di Superstudio per la Milano Design Week, ci porta a uscire dall’ordinario e punta i riflettori su progetti originali per riscoprire la realtà che ci circonda con occhi nuovi.

Think different! propone un nuovo approccio progettuale, una sfida nel mondo contemporaneo che sembra non avere più segreti. È l’invito a pensarci su, a innovare per rispondere alle richieste di una generazione giovane, di un ambiente che merita rispetto, di una tecnologia che riformula la nostra interazione col mondo.

QUI il percorso completo.

Porta Venezia Design District 2024

Porta Venezia Design District offre una visione inclusiva e contemporanea del design e propone progetti che spaziano tra diversi ambiti accomunati da elementi, tecnologie, materiali e dal pensiero stesso che porta alla loro definizione: EverythinK is design.

Rispecchiando inclusion e diversity, caratteristiche intrinseche del quartiere, con EverythinK is design il distretto intende unire molteplici mondi differenti tra loro, all’interno del concetto di design, inteso nel senso più ampio di ideazione e progettazione, quasi come un catalizzatore dei fermenti che qui scaturiscono.

QUI il percorso completo con gli eventi di Porta Venezia Design District.


Materia in Movimento

All’interno di Casa Brera (Via Formentini, 10) sarà possibile provare lo Shinrin-yoku, un’esperienza meditativa giapponese all’interno di una foresta reale riprodotta all’interno di una delle due aree dell’edificio. Nella seconda, invece, un ambiente contemporaneo e digitale mira ad evocare la “foresta urbana”, teatro in cui la materia trova la sua trasformazione grazie all’intervento dell’uomo.

Un’installazione che vuole suscitare una riflessione profonda sul delicato equilibrio tra uomo e natura, con una visione alternativa sul futuro.

Tutte le informazioni sull’esposizione, QUI.