Non è una moto, non è uno scooter, non è una bici. E, ovviamente, nonostante il nome possa farlo pensare, non è una torta. È un veicolo a sé. Stiamo parlando della Ösa, del brand svedese CAKE, un veicolo elettrico a due ruote che vuole rivoluzionare il concetto di mobilità.

In precedenza, noi di Wheelz l’avevamo definita come il SUV (Sport Utility Vehicle) delle due ruote o la cargo bike del futuro. Ma ora che l’abbiamo provata possiamo dire che è qualcosa di unico e che non è possibile affibbiarle un’etichetta.

La Ösa è il secondo modello lanciato sul mercato da CAKE dopo la Kalk (nelle versioni OR ed &), moto elettrica che si è fatta apprezzare nel mondo dell’offroad grazie alla combinazione di leggerezza, performance, agilità e semplicità.

Al contrario della Kalk, nata per esplorare e affrontare sentieri sterrati e poi presentata nella versione road legal, la Ösa nasce come “Utility Vehiclemodulare e personalizzabile: il veicolo ideale per un utilizzo quotidiano adatto a tutti, capace anche di affrontare terreni lontani dall’asfalto.

La Ösa è disponibile in due versioni+ e Lite, identiche nell’aspetto ma con potenza e velocità massima differenti. Grazie alla disponibilità di Urban Mobility, distributore CAKE per l’Italia con punto vendita a Milano, abbiamo provato la versione Lite, quella che in Italia rientra nella categoria dei ciclomotori e che si può guidare dai 14 anni d’età.

IDENTIKIT

CAKE ÖSA LITE

  • Prezzo: 7.500€

  • Velocità massima: 46 km/h

  • Peso: 70 kg + 17 kg della batteria (tot. 87 kg)

  • Potenza: 4 kW / 5,4 cv

  • Autonomia dichiarata: 92 km

  • Patente richiesta: AM o B

FROM SWEDEN WITH LOVE

A prima vista la Ösa è diversa da qualsiasi altro mezzo su due ruote. Ci sono tanti aggettivi che potremmo usare per descriverla, ma i migliori sono: unica, particolare, strana. La CAKE Ösa è un veicolo che ispira curiosità: al semaforo automobilisti e motociclisti vi fisseranno, i passanti cercheranno di capire di cosa si tratti e tutti rimaranno a bocca aperta davanti alla sua accelerazione fulminea.

La Ösa si presenta come un veicolo compatto ma ben proporzionato. A un primo sguardo potrebbe sembrare molto lunga ma in realtà si tratta di un effetto ottico dovuto allo “spazio vuoto” nella zona posteriore. Il passo è di 1340 mm, l’altezza dal suolo di 220 mm, e l’altezza della sella è di 800 mm ma essendo estremamente sottile e snella chiunque è in grado di toccare a terra con facilità.

DESIGN MODULARE: TRA INNOVAZIONE E PRATICITÀ

L’intero veicolo è sviluppato attorno allo speciale telaio in alluminio “ispirato a un banco da lavoro”. La lunga e solida barra in alluminio, chiamata “unibar”, oltre a essere parte integrante del telaio, è pensata per ospitare numerosi accessori tramite l’utilizzo di morsetti dedicati. È una trave che corre lungo l’intero “ciclomotore” e che in un certo senso funge da spina dorsale alla quale sono attaccati tutti gli elementi della Ösa.

C’è stato chi ha detto che la Ösa gli ricorda l’iconico Honda Zoomer. Questa affermazione non è sbagliata: entrambi i veicoli sono costruiti attorno allo stesso concetto di fruibilità a 360° ed entrambi sono due veicoli pratici che sfoggiano un design che celebra elementi industriali.

Ma è qui che il design modulare di Ösa fa la differenza. Sfruttando la “unibar” e il sistema di morsetti è possibile trasformare la Ösa in una vera e propria “Cargo Bike”. Grazie all’ampia gamma di accessori disponibili che comprende cestini/rack di tre dimensioni, borse specifiche, reti dedicate, selle per il passeggero, seggiolini per bambini, porta sci, porta tavole da surf è possibile configurare il proprio mezzo secondo i propri gusti: ci sono più di 1000 combinazioni differenti, ognuna con delle caratteristiche ideali per un certo utilizzo.

I morsetti sono realizzati in alluminio con macchine CNC e sono estremamente semplici e veloci da installare o rimuovere.

La Ösa Lite è spinta da un motore elettrico a magneti permanenti da 4 kW di potenza, alimentato da una batteria al litio da 50 Ah (2,5 kWh) ricaricabile da 0 a 100% in sole 3 ore (2 ore per raggiungere il livello di 80% di carica).

Parlando di colori, la Ösa Lite vanta un telaio grigio/azzurro, elementi in alluminio satinato e dettagli color bianco. Si tratta di un approccio tipico del design svedese: pulito, semplice, elegante… minimalista.

A NEW DESIGN CONCEPT

È il Design Modulare che rende la Ösa un esempio di innovazione nel mondo delle due ruote.
Ösa secondo noi rappresenta un nuovo modo di vedere la mobilità elettrica su due ruote. Approfittando delle libertà ottenute con la tecnologia del motore elettrico, CAKE ha voluto staccarsi dalle nozioni standard di design e dalle forme classiche di una moto o di uno scooter.

Sulla Ösa non ci sono elementi superflui e l’intero design ruota attorno alla batteria e alla unibar.
Come tutti i migliori prodotti provenienti dalla Svezia la CAKE Ösa fa della semplicità e del suo design minimalista i suoi punti di forza, portati all’estremo grazie al catalogo di accessori e componenti che permettono a ciascun cliente di personalizzare e realizzare su misura il proprio mezzo ideale esattamente come un abito tailor-made di fascia alta.

MOBILE POWER STATION

L’altro punto di forza della Ösa è di poterla utilizzare come “mobile power station”, ossia sfruttare la batteria per poter caricare i propri dispositivi elettronici tramite le due porte USB, la porta a 12v e soprattutto tramite l’inverter CA (disponibile come accessorio) che permette agli utenti di alimentare qualsiasi dispositivo che si collega a una classica presa di corrente fino a un massimo di 1.500 watt. Una vera stazione di ricarica su ruote, per essere totalmente indipendenti dalla rete elettrica e usare i propri dispositivi ovunque.

Inoltre, la possibilità di rimuovere in pochi secondi la batteria dal telaio permette non solo di sfruttarla liberamente in molteplici situazioni (es. campeggio) ma anche di sostituire il pacco con uno già carico e di non dovere necessariamente possedere un box con impianto elettrico: nonostante il peso da 17 kg la batteria si può portare in casa e ricaricare tramite una qualsiasi presa di corrente.

Con queste caratteristiche CAKE ha progettato la Ösa come “veicolo universale”, un mezzo adatto praticamente a chiunque, dai pendolari agli avventurieri, dall’artigiano all’impiegato, per non parlare della potenzialità di sfruttare più mezzi come flotta per il delivery.

Per quanto riguarda l’aspetto siamo di fronte alla tipica situazione di amore e odio: la si ama o la si odia, non esiste una vera via di mezzo. Secondo noi sfruttando le potenzialità di alcuni accessori il look complessivo del veicolo migliorerebbe esponenzialmente.

BATTERIA ACCESA, SI PARTE!

Per mettere in moto la Ösa non serve alcun tipo di chiave: bisogna attivare la batteria premendo il tasto on/off, attivare il display premendo un tasto e infine inserire il PIN di sicurezza, dopodiché basta ruotare la manopola dell’acceleratore e si è in moto.

Già dai primi metri in sella la Ösa risulta essere estremamente leggera e agile. Tutti i componenti e tutti i materiali trasmettono un feeling di solidità e qualità elevata. Alla guida ci si sente da subito a proprio agio: si tocca facilmente a terra, la posizione di guida è naturale e simile a un’impostazione da moto piuttosto che da scooter. La “unibar” permette di poter spostare la sella più avanti o più indietro a seconda della propria statura e delle proprie necessità; inoltre è anche possibile regolare di qualche centimetro l’altezza del sellino.
Grazie alle piccole ruote a raggi da 14” che montano pneumatici dual-sport Anlas, la Ösa trasmette tanta confidenza e tanta sicurezza anche al motociclista alle prime armi.

SILENZIO TOTALE O SIBILO?

La Ösa Lite dà il meglio di sé nel traffico: grazie al peso piuma e alle dimensioni compatte si riesce a passare con facilità dappertutto. Bisogna però stare più attenti del solito perché alle basse velocità non emette alcun sibilo, è completamente silenziosa e gli automobilisti più distratti potrebbero non notarvi.
Una volta fermi invece viene emesso un suono che vi ricorderà che il veicolo è acceso, alla lunga può risultare fastidioso proprio come il forte sibilo che si sente alla massima velocità.

Qualità, performance e sicurezza

Oltre alla superiore qualità dei materiali e dei componenti, anche performance e guidabilità sono superiori rispetto alla maggior parte dei classici ciclomotori elettrici.

Il comando dell’acceleratore è preciso e fornisce una risposta immediata. Allo stesso modo i freni a disco con pinze a quattro pistoncini (entrambi con comandi al manubrio) hanno un’ottima risposta: sono potenti e ben modulabili. Data l’impostazione di guida tipica di una motocicletta sarebbe stato preferibile avere il comando del freno posteriore a pedale, soluzione che è stata adottata sulla Ösa+.

La Ösa vanta 3 mappe motore e 2 modalità di frenata rigenerativa, selezionabili tramite due bottoni posti sulla strumentazione. Si può cambiare modalità senza fermarsi e quando si passa dall’una all’altra si viene informati con un suono. 

La modalità di guida 1 è ideale per massimizzare l’autonomia, perfetta per muoversi nel traffico intenso: la velocità massima è limitata a 30 km/h e l’accelerazione è morbida e progressiva. La seconda modalità non ha il limite di velocità a 30 km/h e permette una guida un po’ più allegra cercando comunque di preservare la massima autonomia, secondo noi la mappa ideale per muoversi in città senza preoccuparsi di arrivare allo 0% di carica troppo in fretta. La terza e ultima modalità di guida è la più aggressiva che assicura la massima potenza e la massima coppia: nessuna limitazione e un’accelerazione fulminea che permette di lasciare al semaforo la maggior parte dei veicoli, anche moto nettamente più potenti. Se si sale in sella alla Ösa per la prima volta o si è dei neofiti alla prima esperienza bisogna prestare un po’ di attenzione.

Le modalità di frenata sono solo due: 1) Nessun freno motore, rilasciato l’acceleratore la Ösa continuerà ad andare per inerzia; 2) Il freno motore è attivato e rallenta gradualmente la Ösa fino al completo arresto. Secondo noi la modalità 1 è più naturale e intuitiva, la migliore in città.

In ogni caso sia la Ösa Lite sia la Ösa+ non sono dotate di ABS o controllo di trazione; sulla Lite non se ne sente la necessità e la potenza dei freni Formula garantisce la massima sicurezza.

A 45 km/h si arriva subito e a volte si preferirebbe poter andare 5 o 10 km/h più veloci, per questo, secondo noi sarebbe meglio optare per la versione “+” che ha una velocità massima di 90 km/h. Per poter andare più veloci però bisogna spendere 2.000€ in più, perché la Ösa+ parte da 9.500€.

La Ösa, una volta prese le misure con l’accelerazione, è davvero facile e intuitiva. È stabile, precisa e le sospensioni (forcelle rovesciate con escursione da 100mm e mono ammortizzatore regolabile nel precarico) lavorano bene in ogni circostanza, perfino sul pavé se la cava meglio della concorrenza.

Grazie alla posizione leggermente sportiva e la manubrio largo, la Ösa si guida davvero bene e si è rivelata essere davvero divertente. 

La strumentazione LCD monocromatica è essenziale: sono mostrate le modalità di guida, la mappa del freno, il livello della batteria, il tachimetro, il contachilometri totale o parziale. Sotto al sole è difficile da leggere, forse anche per la posizione e l’orientamento quasi orizzontale.

Sia il faro anteriore, montato anch’esso su un morsetto all’estremità della “unibar”, sia le frecce sono full-LED. Stranamente la luce di stop non è a LED, per questo stona con il look complessivo della moto.

Il più grande difetto? La sella.

La sella per noi è risultata essere molto dura e più che una sella da moto o scooter ci ha ricordato quella di una bicicletta… forse sarebbe giusto definirla “sellino”. Per brevi spostamenti di 10 minuti può anche andare bene, ma stare seduti su una sella così piccola e dura per troppo tempo non è affatto piacevole. Sarebbe bello se CAKE disegnasse una versione ergonomica.

SO WHAT?

La CAKE Ösa è un mezzo geniale, innovativo e coraggioso. Probabilmente non è il mezzo ideale per il mercato italiano, e forse è per questo che per le strade non se ne vedono.

Secondo CAKE la Ösa è una “electric utility machine” ad alte prestazioni, una sorta di “coltellino svizzero” su due ruote. Secondo noi questa definizione è azzeccata: è un veicolo utilitario con un sistema cargo modulabile. Quello che ci chiediamo è se davvero la Ösa è una soluzione più pratica di un classico scooter.

Noi di Wheelz ammiriamo il design, l’innovazione e le capacità tecniche, performance del genere su un ciclomotore elettrico d’altronde non ne abbiamo mai viste, apprezziamo la qualità complessiva e dei singoli componenti in alluminio, la maggior parte dei quali è stata realizzata in-house da CAKE con macchine CNC: la qualità è altissima, i dettagli sono curati e i materiali sono bellissimi alla vista e piacevoli al tatto.

La CAKE Ösa è divertente ma un po’ scomoda e costosa. 7.500€ per la versione Lite o 9.500€ per la versione Plus sono cifre alte, alle quali poi bisogna aggiungere le spese per gli accessori, perché senza alcun accessorio tutta la praticità e la fruibilità a 360° di cui vi abbiamo parlato non ci sono, anzi…

Divertente e unica, design unico e innovativo, buone performance e giusta autonomia a scapito di un prezzo elevato e poca comodità in sella, secondo noi un grave difetto che tuttavia dipende dalla nostra personale esperienza e si tratta di un problema che varia da persona a persona, e proprio per questo vi invitiamo ad andare a vederla di persona e a provarla da Urban Mobility.

Dunque ne vale la pena? Dipende. Dipende da quello che uno cerca. 

Se si vuole un mezzo per distinguersi dalla massa, dal design minimalista e spinto da un motore elettrico allora la CAKE Ösa potrebbe fare per voi. Ma se cercate un mezzo dalla massima praticità allora riteniamo sia meglio un classico scooter dalle forme classiche con pedana piatta e possibilità di montare un bauletto.

FÖRDELAR (PREGI)

  • Design minimalista, unico nel suo genere

  • Sistema “cargo” modulabile e adattabile alle proprie necessità 

  • Accelerazione e performance di guida

  • Qualità di costruzione e materiali

NACKDELAR (DIFETTI)

  • Prezzo elevato

  • Sella poco confortevole

  • Accessori da acquistare come optional

Per maggiori informazioni sulla Lineup di CAKE vi invitiamo a contattare Urban Mobility

URBAN MOBILITY MILANO

ABOUT CAKE: VISIONARI E INNOVATORI

RIDECAKE.COM

CAKE è un’azienda svedese fondata da Stefan Ytterborn, un visionario che prima di lanciarsi nel mondo dell’elettrico aveva fondato il brand di caschi e abbigliamento POC e che negli anni ’90 aveva aiutato a rilanciare e a rendere ciò che oggi IKEA. 

Dal 2016 CAKE progetta e produce veicoli elettrici a due ruote sviluppati attorno ai concetti di design e innovazione con una doppia anima, in grado di dare il meglio di sé sia in fuoristrada sia in contesti urbani. CAKE è stata nominata e ha vinto numerosi premi di design come il “Red Dot Design Award 2020” o il “NK Innovation Award 2019”.

La mission della Casa è quella di spingere la mobilità verso un futuro green e ispirare una futura società a zero emissioni.

Ti piace Wheelz?

Supportaci con un caffè!Supportaci con un caffè!